Incontro con Gruppo di Ponzone a Genova
 

 

Il 10 settembre si è svolto il secondo incontro del gemellaggio tra i Gruppi di Rivarolo Ligure e Ponzone (AL).

La giornata è iniziata dando il benvenuto ai partecipanti come di consuetudine avviene per le varie attività, ovvero, con la colazione alpina dove alpini e amici, e in modo speciale quelli provenienti da Ponzone, hanno potuto gustare la famosa Focaccia Genovese ovviamente innaffiata da buon vino bianco.

 (continua)

 
UNA PENNA SUL CAPPELLO E IL PENNELLO NEL CUORE
 
 
 
 

Stiamo parlando di Raimondo La Magna ma per gli amici era semplicemente “Rai”.

A chi ha avuto il privilegio di conoscerlo non è sfuggito il suo animo nobile, la sua discrezione ma anche il suo forte senso patriottico Oltre che per la sua famiglia, e in primo luogo per la moglie Linda, aveva un forte amore per la montagna e per l’arte. Alpino del nostro Gruppo svolse il suo servizio militare nel 1958 e da molti anni era entrato in associazione. Lo ricordiamo con il suo sorriso nella sua veste di cuoco, assieme alla moglie Linda durante quelli che a noi piace chiamare “Sabati letterari” e dove il suo spirito alpino sprizzava da tutti i pori.
Se l’amore per la montagna di “Rai” si è spinto sino al voler lasciare questo mondo con gli scarponi ai piedi ed il giubbotto della nostra associazione indossati, non si può non ricordare anche la passione che aveva per la pittura.
Si “Rai” era un valente pittore che oltre la propria soddisfazione personale nell’esporre in parecchie mostre collettive, ha cercato con il suo insegnamento da vero Maestro d’arte di non insegnare solamente le tecniche pittoriche ma, in primo luogo, di trasmettere quella passione e quell’amore per la pittura che solamente uno spirito puro come era il suo sapeva infondere.
Ad un anno dalla sua scomparsa gli allievi dell’associazione dove “Rai” insegnava, con grande soddisfazione dei famigliari e degli amici, hanno deciso di tributargli il loro affetto e la loro ammirazione organizzando una mostra che avrà lo scopo di far conoscere l’artista.
Noi saremo presenti svolgendo un servizio di vigilanza che altro non sarà che una scusa per stare ancora in qualche modo vicino al nostro amico e Alpino “Rai”.



 Genova, Palazzo Ducale, Sala Liguria
28 Ottobre – 12 Novembre 2017
RAIMONDO LA MAGNA
Una scoperta

 

Scarica il depliant di presentazione della mostra
 
 
 

« Durante il ripiegamento avevamo centinaia di slitte trainate da muli, che soffrivano con noi e non avevano da mangiare che qualche sterpaglia che spuntava dalla neve. Povere bestie, erano coperte di ghiaccio, e, rammento, la presenza di quegli animali era qualcosa di rassicurante per tutti. Infatti mentre camminavamo giorno e notte cercavamo sempre di stare vicino ad un mulo, così ognuno di questi animali aveva sempre attorno un gruppo di dieci o quindici soldati. [...] Una volta un conducente rimase ferito da una scheggia che gli fratturò la gamba ed io che ero ufficiale medico tentai di prestargli qualche cura, quando ad un certo punto il suo mulo gli si avvicinò e infilò il muso tra la terra e la nuca del ferito, in modo da sostenerlo, riscaldarlo, confortarlo. Una scena che non dimenticherò mai. »

(Giulio Bedeschi – Centomila gavette di ghiaccio)

 
 
 
Home | Il Gruppo | Albo d'Onore | Quadri | Ricordi di Naja | Storia | Contatti | Link | Aggiornamenti | Disclaimer | Riservato
www.alpinirivarolo.it - 2016 - 2017